- Official site - 
Header Pompeilab
Benvenuto a ThomasHom, ultimo utente registrato il 21-07-2019

Personaggi cult: Danny Trejo

Nasce a Echo Park, nei pressi di Los Angeles, il 16 maggio del 1944, da Alice Rivera e Dan Trejo, operaio. Lo “zio”, l’uomo d’acciaio con il volto scheletrico e il corpo muscoloso pieno di tatuaggi, è sicuramente l’attore messico-americano per eccellenza, un magnifico cattivo su cui scommetere.
La sua vita da bambino nella San Fernando Valley non fu facile. Passa le ore in mezzo alla strada con il giovane zio, commettendo svariati crimini, spacciando droga e diventandone presto consumatore. Per ben tre volte, finisce in riformatorio. Quando è fuori, dove le risse non mancano, sviluppa una predilezione per la boxe. Picchia duro “lo zio”, dentro e fuori dal ring. Pensa anche alla carriera di pugile professionista ma la sua ambizione viene continuamente ostacolata dalla giustizia. In carcere ci resta almeno 11 anni! Tracy (1963-1965), San Quintino (1965-1968) e Soledad (1968-1969). Mentre era rinchiuso nella prigione di stato di San Quintino a San Francisco, divenne il campione di stato dei pesi leggeri e welter in galera della California. Durante questo periodo, Trejo completò anche con successo un programma di riabilitazione che lo aiutò a lasciarsi alle spalle lo stile di vita del gangster: crimine e droga. Mentre parlava ad un raduno nel 1985, Trejo incontra un ragazzo in affari nel mondo del cinema. Il suo nuovo amico lo invita sul set del film “A trenta secondi dalla fine”, dove gli viene offerto un lavoro extra. Edward Bunker, lui stesso un autore ben rispettato di crime novels che stava scrivendo la sceneggiatura del film, inizia a discutere con Trejo, con il quale aveva trascorso del tempo a San Quintino. Ricordando le abilità da pugile di Trejo, gli offre $350 al giorno per allenare Eric Roberts, uno degli attori del film, per una scena di pugilato. Al regista Andrei Konchalovsky piace il lavoro di Trejo e decide di offrirgli un ruolo non poco importante nella pellicola. Da quel momento, Trejo abbandona totalmente il suo passato violento e diventa un attore.

Alcuni dei suoi personaggi:

A trenta secondi dalla fine .. allena l’attore Erik Roberts .. non accreditato

L’alieno .. è un prigioniero

Il giustiziere della notte 4 .. nella pellicola del 1987, diretta da J.Lee Thompson, meno bella di quella del 1985 in cui il mitico Paul Kersey decimava una gang di NY, Trejo interpreta il povero Art Sanella .. finirà sotto i colpi del giustiziere.

Piccoli ruoli in “A prova di proiettile”(1988); “Soggetti proibiti” di J. Lee Thompson (1989); “Sorvegliato speciale” di John Flynn (1989): è un carcerato bastardo che informa il direttore; “Guns” (1990); “Maniac cop” - Il poliziotto maniaco (il secondo della trilogia) di William Lustig (1990); “Programmato per uccidere” (1990); “Sotto massima sorveglianza” (1991); “Sunset Grill” di Kevin Connor (1993); “Patto di sangue” di Taylor Hackford (1993); “Doppelganger” (1993); “Mi Vida Loca di Allison Anders” (1993)

Nel 1995, con Navajas, killer e trafficante di droga, ritrova il suo vicino di casa Robert Rodriguez, del quale diventerà un vero e proprio feticcio: praticamente reciterà in tutti i suoi film successivi! Stiamo parlando di “Desperado”, film con Antonio Banderas e Salma Hayek. La pellicola, sequel de “El Mariachi”, girato dallo stesso regista nel 1992 con lo stipendio di cavia in un laboratorio, appena 7.000 dollari, è il secondo capitolo della Trilogia del Mariachi. Steve Buscemi, Quentin Tarantino, Tito Larriva e Danny Trejo sono solo alcuni degli amici di Rodriguez coinvolti nel progetto. Vale la pena ricordare che tra le pistole del mariachi c'è anche quella "inguinale" poi sfoggiata da Tom Savini in “Dal tramonto all'alba”.

Heat – La sfida, regia di Michael Mann (1995), l'opera si ispira ad un celebre classico del noir francese, “I senza nome” realizzato da Jean-Pierre Melville nel 1970 (da vedere assolutamente). Mann ambienta il suo film a Los Angeles e affida il ruolo del rapinatore solitario McCauley a Robert De Niro. Ad investigare c’è Vincent Hanna, un Al Pacino nervoso e determinato. Lo “zio” interpreta Trejo è l’autista di McCauley che alla fine è torturato e ucciso da Waingro, la mela marcia della banda. Il personaggio, interpretato da un lurido Kevin Gage, è il nome di un noto criminale vissuto realmente a Chicago, il cui cadavere fu ritrovato in Messico, inchiodato al muro di un capannone. Ambientato interamente a Los Angeles, si avvale della direzione della fotografia di Dante Spinotti. Il film intreccia abilmente le storie di una moltitudine di personaggi diversissimi tra loro, satelliti che orbitano intorno alle due figure chiave del rapinatore impegnato nell'ultimo, fatidico colpo della carriera e quella del poliziotto che sacrifica ogni aspetto della sua vita (moglie e figlia compresa) pur di riuscire ad arrestarlo.

Dal tramonto all’alba… I II III
E’ l’unico attore a recitare in tutta la saga!

I (1996)
Dirige Robert Rodriguez, fraterno amico di Quentin Tarantino; il quale, interprete del rapinatore maniaco Richard Gecko, scrisse la sceneggiatura ai tempi del liceo. Trejo interpreta Razor Eddie, il barman del “Titty Twister”, un locale messicano per camionisti aperto "dal tramonto all'alba", dove Seth e Richard Gecko, con l’aiuto della sfortunata famiglia Fuller, dovranno aspettare Carlos, il contatto dei famigerati rapinatori. Il luogo dell'incontro, un locale pieno di camionisti, ballerine nude, musica rock si rivela essere un covo di vampiri. Da Santanico Pandemonium (la bellissima Salma Hayek) in poi è un susseguirsi di violenza da non perdere. L'ultima inquadratura del film rivela allo spettatore che il locale era stato costruito sulla sommità di una antica piramide azteca, probabilmente tana dei vampiri da secoli, quasi completamente ricoperto dalle sabbie del deserto ma visibile interamente sul retro che si apre su un orrido cimitero di automezzi appartenuti agli sfortunati avventori del bar.

II (1999) Texas, sangue e denaro
Dirige Scott Spiegel, già noto per aver scritto La casa 2 insieme a Raimi. Il film è il sequel del fortunato Dal tramonto all'alba di Robert Rodriguez; il quale, con l’aiuto di Quentin Tarantino, lo produce. Nella pellicola, interamente girata Sud Africa, Trejo è Razor Charlie, fratello di Eddie, professione vampiro barman.

III (2000) La figlia del boia
Dirige P.J. Pesce, la pellicola, ambientata in Messico nei primi anni del ‘900, è il prequel di Dal tramonto all’alba. Il protagonista è Johnny Madrid un pericoloso fuorilegge.

Piccoli ruoli in Los Locos di Jean Marc Vallee; Anaconda di Luis Llosa e Safe Sex di George Huang .. tutte pellicole del 1997.

“Con air” di Simon West. Trejo è Johnny 23 uno stupratore che al termine del dirottamento di un “apparecchio carico di pluriergastolani e condannati a morte” ci rimetterà il suo braccino pieno di rose.

Altri film

• Sei giorni sette notti (Six Days Seven Nights), regia di Ivan Reitman
• Fino all'inferno (Inferno), regia di John G. Avildsen
• Animal Factory, regia di Steve Buscemi (2000)
• Trappola criminale (Reindeer Games), regia di John Frankenheimer (2000)
• Spy Kids, regia di Robert Rodriguez (2001)
• Bubble Boy, regia di Blair Hayes (2001)
• 13 Moons, regia di Alexandre Rockwell (2002)
• Salton Sea - Incubi e menzogne (The Salton Sea), regia di D. J. Caruso (2002)
• Spy Kids 2 - L'isola dei sogni perduti (Spy Kids 2: The Island of Lost Dreams), regia di Robert Rodriguez (2002)
• xXx, regia di Rob Cohen (2002)
• The Hire: Beat the Devil, regia di Tony Scott (2002)
• Spy Kids - Missione 3D: Game Over (Spy Kids 3-D: Game Over), regia di Robert Rodriguez (2003)
• C'era una volta in Messico, regia di Robert Rodriguez (Once Upon a Time in Mexico) (2003)
• Double Blade, regia di Alexi Tan (2003)
• Anchorman - La leggenda di Ron Burgundy (Anchorman: The Legend of Ron Burgundy), regia di Adam McKay (2004)
• Lost, regia di Darren Lemke (2004)
• All Souls Day, regia di Jeremy Kasten (2005)
• Nice Guys, regia di Joe Eckardt (2005)
• La casa del diavolo (The Devil’s Rejects), regia di Rob Zombie (2005)
• Il corvo - Preghiera maledetta (The Crow: Wicked Prayer), regia di Lance Mungia (2005)
• Furnace - La prigione maledetta, regia di William Butler (2006)
• TV: The Movie, regia di Sam Maccarone (2006)
• SherryBaby, regia di Laurie Collyer (2006)
• Living the Dream, regia di Christian Schoyen e Allan Fiterman (2006)
• Danny Roane: First Time Director, regia di Andy Dick (2006)
• Hood of Horror, regia di Stacy Title (2006)
• Smiley Face, regia di Gregg Araki (2007)
• Grindhouse, regia di Robert Rodriguez (2007)
• Halloween - The Beginning (Halloween), regia di Rob Zombie (2007)
• Battaglia per la Terra 3D (Battle for Terra), regia di Aristomenis Tsirbas (2007)
• Urban Justice, città violenta (Urban Justice), regia di Don E. Fauntleroy (2007)
• Valley of Angels, regia di Jon Rosten (2008)
• Richard III, regia di Scott M. Anderson (2008)
• Toxic, regia di Alan Pao (2008)
• La Linea, regia di James Cotten (2008)
• Fanboys, regia di Kyle Newman (2009)
• Alone in the Dark II, regia di Michael Roesch e Peter Scheerer (2009)
• Modus Operandi, regia di Frankie Latina (2009)
• Predators, regia di Nimrod Antal (2010)
• Machete, regia di Robert Rodriguez (2010)

A cura di bardamù


Commenti (0)       Foto (0)       Video (0)       Audio (0)


Torna indietro

 
©2008 Pompeilab.com Tutti i diritti riservati - Webmaster