- Official site - 
Header Pompeilab
Benvenuto a ThomasHom, ultimo utente registrato il 21-07-2019

Tiberio Murgia: O’ Ferribotte della commedia italiana

Soprannominato Ferribotte (che deriva da "ferry boat", nome inglese del traghetto che fa la spola fra la Calabria e la Sicilia) Tiberio Murgia, classe 1929, l’ultimo della sgangherata banda de “I soliti ignoti”, si è spento il 20 agosto 2010 in una casa di riposo per anziani di Tolfa. Nato ad Oristano da una famiglia povera, inizia a lavorare fin da giovanissimo come manovale. A venti anni è venditore ambulante de l'Unità, l'organo di stampa del Partito Comunista Italiano. I dirigenti della locale sezione del partito intravedono in lui particolari doti politiche e lo inviano a Frattocchie, in provincia di Roma, dove ha sede la scuola nazionale per i dirigenti del partito. Al suo rientro, sei mesi dopo, diviene segretario dei Giovani Comunisti e si sposa. Dopo qualche tempo però inizia ad intrattenere una relazione con una compagna di partito, a seguito della quale, per lo scandalo destato, viene espulso dal PCI. Emigra a Marcinelle: è minatore nel grande centro carbonifero. Anche lì stabilisce una relazione sentimentale con la moglie di un collega belga e scampa rocambolescamente alla morte quella notte fatale del famoso disastro di Marcinelle. Tornato in Italia si stabilisce a Roma e inizia a lavorare come lavapiatti da “Il re degli amici”, una trattoria del centro, fin quando viene notato da un'assistente del regista Mario Monicelli, che lo invita in studio per un provino. Il regista toscano gli affida il ruolo di Ferribotte, il gelosissimo e possessivo immigrato siciliano della banda e fratello della bellissima Carmelina (Claudia Cardinale). Murgia passa dal natìo dialetto sardo a quello siculo, ritagliandosi un memorabile ritratto secondario nella storia della commedia all'italiana. Si ritrova all'improvviso sommerso da scritture importanti (con grandi nomi del cinema, da Monicelli a De Sica) per ripetere all'infinito il meridionale smunto, spesso tormentato da questioni di corna e onore tradito. Lavora ancora con Monicelli ne “La grande guerra” (1959) e con Giorgio Simonelli ne “I baccanali di Tiberio” (1959). Visto il fortunato esordio nelle vicende dei "soliti ignoti", è protagonista anche del seguito firmato da Nanni Loy “Audace colpo dei soliti ignoti” e nel 1961 è per l'ennesima volta il personaggio di una storia di ladruncoli un po' imbranati, inesorabilmente comici, de “I soliti rapinatori di Milano”. Spesso al fianco di Walter Chiari (“Mariti a Congresso”, “La ragazza sotto il lenzuolo”, “Bellezze sulla spiaggia nella prima metà degli anni Sessanta”), Ugo Tognazzi, Raimondo Vianello, conferma la sua bravura di attore comico con la partecipazione al film “Il giorno più corto” (1962) di Sergio Corbucci con Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, piccolo capolavoro del riso che risponde con una parodia a “Il giorno più lungo” americano. Nel 1964 recita in “Tre notti d'amore” di Luigi Comencini, Franco Rossi e Renato Castellani; nel 1966 viene chiamato da Vittorio De Sica per “Caccia alla volpe”. Due anni dopo Monicelli lo scrittura per “La ragazza con la pistola” al fianco di Monica Vitti e Carlo Giuffrè. Nel 1974, con il film “4 marmittoni alle grandi manovre” al fianco Lino Banfi comincia la sua avventura nel filone della commedia erotica tipica degli anni Settanta (ben 7 pellicole per lui) Con “Innamorato pazzo” di Pipolo e Franco Castellano cambia genere affiancando la coppia Adriano Celentano e Ornella Muti in vicende amorose tutte sentimentali e poco sessuali. All'inizio degli anni Ottanta è in “Attila, flagello di Dio” dove Diego Abatantuono, protagonista del film, crea un PERSONAGGIO CULT della nostra cinematografia. Murgia non manca all'appello del terzo episodio, meno riuscito dei precedenti, “I soliti ignoti vent'anni dopo” (1985). Numerosi i ruoli marginali in commedie di poco valore: è il portiere d'albergo ne “Il ragazzo del Pony Express” con Calà. In pausa creativa durante gli anni Novanta, ritorna al cinema nel 2001 con la divertente commedia “Ribelli per caso” di Vincenzo Terracciano.
Murgia è stato uno dei più grandi caratteristi italiano. Il più puro siciliano del cinema nonostante (piccolo dettaglio) fosse nato a Oristano. Tiberio Murgia, 40 anni di fedeltà al personaggio e allo stereotipo caricaturale del siciliano, attraversa i principali generi popolari del nostro cinema recente doppiato con cadenza sicula da attori quali Renato Cominetti, Ignazio Balsamo e Michele Gammino. La sua mimica facciale, gli occhi spesso socchiusi e le sopracciglia perennemente arcuate e folte, il capo leggermente rivolto all'indietro nella rappresentazione satirica di un siciliano diffidente e ostinato.. quando gli attori venivano semplicemente dalla strada … addio!


"Femmina piccante prendila per amante, femmina cuciniera prendila per mugliera"

A cura di Bardamù

Filmografia

• I soliti ignoti (1958)
• Uomini e nobiluomini (1959)
• Il raccomandato di ferro (1959)
• Rififì fra le donne (1959)
• Le cameriere (1959)
• Costa Azzurra (1959)
• La cento chilometri (1959)
• La grande guerra (1959)
• Il terrore dell'Oklahoma (1959)
• Juke box urli d'amore (1959)
• Tu che ne dici? (1960)
• I baccanali di Tiberio (1960)
• Il carro armato dell'8 settembre (1960)
• I Teddy boys della canzone, regia di Domenico Paolella (1960)
• A qualcuna piace calvo (1960)
• Genitori in blue-jeans (1960)
• Audace colpo dei soliti ignoti (1960)
• La regina delle Amazzoni (1960)
• Fontana di Trevi (1960)
• Meravigliosa (1960)
• Le svedesi (1960)
• Ferragosto in bikini (1960)
• Mariti a congresso (1961)
• Mina... fuori la guardia (1961)
• I soliti rapinatori a Milano (1961)
• L'onorata società (1961)
• Rocco e le sorelle, regia di Giorgio Simonelli (1961)
• Maurizio, Peppino e le indossatrici (1961)
• Cacciatori di dote (1961)
• Che femmina... e che dollari!, regia di Giorgio Simonelli (1961)
• La ragazza sotto il lenzuolo (1961)
• Le ambiziose (1961)
• Bellezze sulla spiaggia (1961)
• Vacanze alla baia d'argento (1961)
• Pesci d'oro e bikini d'argento, regia di Carlo Veo (1961)
• Nerone '71 (1962)
• Canzoni a tempo di twist (1962)
• Il mio amico Benito (1962)
• Il tiranno di Siracusa (1962)
• I dongiovanni della Costa Azzurra (1962)
• Canzoni in... bikini (1963)
• La ragazza che sapeva troppo (1963) (non accreditato)
• Il giorno più corto (1963)
• Divorzio alla siciliana (1963)
• Follie d'estate (1963)
• Il treno del sabato (1964)
• Tre notti d'amore (1964)
• Cadavere a spasso (1965)
• Tre gendarmi a New York (1965) (non accreditato)
• L'uomo di Casablanca (1966)
• Caccia alla volpe (1966)
• Il Santo prende la mira (1966)
• Ric e Gian alla conquista del West (1967)
• Io non protesto, io amo (1967)
• Colpo di sole (1968)
• La ragazza con la pistola (1968)
• Una ragazza di Praga (1969)
• Mercanti di vergini (1969)
• Beato fra le donne (1970)
• I due maghi del pallone (1971)
• All'ovest di Sacramento (1971)
• Ma che musica maestro (1971)
• Violentata sulla sabbia (1971)
• Darsela a gambe (1971) (non accreditato)
• I due assi del guantone (1971)
• Anche se volessi lavorare, che faccio? (1972)
• Le notti peccaminose di Pietro l'Aretino (1972)
• La bella Antonia, prima Monica e poi Dimonia (1972)
• Il figlioccio del padrino (1973)
• I giochi proibiti dell'Aretino Pietro (1973)
• I sette magnifici cornuti (1974)
• 4 marmittoni alle grandi manovre (1974)
• La commessa (1975)
• Il gatto mammone (1975)
• La sposina (1976)
• Taxi love servizio per signora (1975)
• Per amore di Poppea (1977)
• La vergine, il toro e il capricorno (1977)
• La soldatessa alla visita militare (1977)
• Quando c'era lui...caro lei! (1978)
• La soldatessa alle grandi manovre (1978)
• L'albero della maldicenza (1979)
• La liceale, il diavolo e l'acquasanta (1979)
• L'ombrello bulgaro (1980)
• Innamorato pazzo (1981)
• Pierino la Peste alla riscossa (1982)
• Vigili e vigilesse (1982)
• Biancaneve & Co. (1982)
• Grand Hotel Excelsior (1982)
• Attila flagello di Dio (1982)
• Paulo Roberto Cotechiño centravanti di sfondamento (1983)
• Stesso mare stessa spiaggia (1983)
• Segni particolari: bellissimo (1983)
• Il turno (1984)
• I soliti ignoti vent'anni dopo (1985)
• Il ragazzo del Pony Express (1986)
• La tempesta (1988)
• Operazione pappagallo (1988)
• Diceria dell'untore (1990)
• Miele dolce amore (1994)
• L'amico di Wang (1997)
• I volontari (1998)
• Un giudice di rispetto (2000)
• Una milanese a Roma (2001)
• Ribelli per caso (2001)
• Leone e Giampiero (2006)
• E guardo il mondo da un oblò (2007)
• Chi nasce tondo (2008)
• Holy Money (2009)



Commenti (0)       Foto (0)       Video (0)       Audio (0)


Torna indietro

 
©2008 Pompeilab.com Tutti i diritti riservati - Webmaster