- Official site - 
Header Pompeilab
Benvenuto a Wayneabish, ultimo utente registrato il 08-12-2019

CINEFORUM: RANDOM... QUANDO NON GIOCA IL NAPOLI. prox appuntamento giovedì 20 gennaio

Il Pompeilab rinnova l’appuntamento con il giovedì film e presenta la rassegna
“Random...quando non gioca il Napoli”

La Rassegna proposta non ha una tematica di fondo, ha lo scopo di proporre al pubblico
film che ci hanno emozionato, fatto sorridere, talvolta amaramente, riflettere e appassionato.

Il cineforum è articolato in 12 incontri e il programma di gennaio prevede:

IV appuntamento 13 gennaio ore 21:00
Lasciami entrare
regia di Tomas Alfredson con Kare Hedebrant, Lina Leandersson
Durata 115 min
A Blackeberg, un piccolo centro della periferia di Stoccolma, Oskar sogna di vendicarsi del mobbing che subisce ogni giorno da tre compagni di classe. Armato di un coltello immagina di infilarlo nello stomaco di Connie, che dei tre è il più arrogante. Una notte la tranquillità del quartiere in cui vive viene interrotta dall'arrivo di un uomo e di una dodicenne pallida e ambigua che sembra non conoscere freddo e paura. Con l'arrivo dei nuovi inquilini dell'appartamento di fianco al suo, una serie di efferati omicidi iniziano a macchiare il paesaggio innevato e ben presto Oskar scopre che…
Il silenzio assordante e l'oscurità del gelido, immacolato inverno svedese con le sue pianure imbiancate offrono lo scenario ideale per il soft horror romantico di Tomas Alfredson.
La periferia di Stoccolma, ritratta con realismo e puntualità, appare ancora più piccola, monotona e isolata grazie allo sguardo di Alfredson che si rivela abilissimo nel fotografare la provincia attraverso gli usi e i costumi di una manciata di personaggi secondari - alcolizzati nullafacenti, gattari e piccoli bulli - pur tenendo le camere puntate sull'infanzia.
Mymovies
Un adolescente a lezione di vita da una vampira. Sarebbe un peccato perderlo, perché questo grande successo che viene dalla Svezia non è solo un film sui vampiri…
Valerio Caprara Il Mattino


Lasciami entrare film orrorifico Il migliore di questa stagione. Non c'è dubbio. Lasciami entrare è, ad oggi, il miglior film dell'anno cinematografico 2008-'09.
Davide Turrini Liberazione










V appuntamento 20 gennaio ore 21:00
Con Air
regia di Simon West con Nicolas Cage, John Cusak, John Malkovich, Ving Rhames
Durata 115 min

A bordo di un aereo che li porta verso un carcere di massima sicurezza, un gruppo di criminali attua un piano di fuga che si conclude con un catastrofico atterraggio su un viale di Las Vegas. Prodotto da Jerry Bruckheimer, è un film d'azione in cui lo spettacolo della distruzione è quasi tutto, la storia e i personaggi quasi niente, uno di quei film che ti afferrano per i piedi e ti scuotono finché non ti cadono dalle tasche le 12 000 lire del biglietto (nel 1998). Un bel cast (Cage buono, Malkovich brutale, Buscemi sull'orlo del cannibalismo) sacrificato agli effetti speciali, alle esplosioni e agli stuntman.
Mymovies

Storia di un tentativo di evasione che si svolge a 10.000 metri di altezza su un aereo speciale, il Con Air del titolo, carico di criminali efferati in trasferta da un carcere di sicurezza all’altro. Ad architettare il diabolico piano di dirottamento è il supercattivo John Malkovich al comando di un drappello di trucidi complici, ma sul velivolo per sua disgrazia viaggia anche Nicolas Cage. Un superbuono che, pur sul punto di riabbracciare la famiglia dopo aver scontato una pena di Otto anni ingiustamente inflittagli, ha il cuore troppo nobile per sbarcare quando gli si presenta l’occasione, abbandonando in difficoltà una brava poliziotta e un compagno di cella diabetico.
La stampa












VI appuntamento 27 gennaio ore 21:00
Che ora è
regia di Ettore Scola con Marcello Mastroianni, Massimo Troisi, Anne Parillaud, Renato Moretti
Durata 97 min

Cronaca di una giornata nella vita di un avvocato romano sessantenne in compagnia del figlio che fa il servizio militare a Civitavecchia.
Mymovies

Sarà bello rivedere Massimo Troisi. Rivederlo in uno straordinario duetto con quel capolavoro di attore e di persona che era Marcello Mastroianni. Rivederlo in un film tenero, struggente, divertente. Rivederlo con quella faccia lunga e gli occhi buoni, quella gestualità timida e semplice. Troisi aveva una luce dentro. Quella che si vede in chi ha sofferto, in chi ha talento. In questo film di Ettore Scola è un figlio. Figlio di un padre esuberante e chiacchierone, generoso e impiccione. Tanto impiccione da informarsi, con la fidanzata del ragazzo, sulla qualità delle prestazioni sessuali. Qualcuno ha scritto che Troisi era troppo vecchio per fare la parte del figlio. Ma Troisi non aveva età, poteva essere un ragazzo e un anziano, come è virtù di chi ha quella luce dentro. Il film è giocato su un rapporto padre e figlio a ruoli rovesciati. Il primo è vitale e irriverente, il secondo responsabile e discreto. Il tutto si svolge in una Civitavecchia piovosa, nella quale il ragazzo svolge il servizio militare. Sono stato molte volte in quella città, ma non l’avevo mai vista così bella e affascinante. Perché gli occhi di un autore come Scola vedono cose che agli «umani» sfuggono. Il film attraversa, in piena coerenza con la migliore tradizione della commedia italiana, due registri: quello comico e quello drammatico. Li attraversa con l’eleganza, il rigore e la «leggerezza» delle tre persone che l’hanno creato. Tre autentici geni italiani, Troisi, Mastroianni, Scola.
Walter Veltroni

E finalmente Ettore Scola ha presentato la sua ricetta. Che ora è è un film-conversazione in cui, per la prima volta, il rapporto tra padri e figli è affrontato in modo diretto. Chi è nello stesso tempo padre e figlio ha provato mille volte quell'imbarazzo che chiude la via alle confessioni più profonde: è sempre l'ora di essere sinceri l'uno con l'altro, ma questo non avverrà mai. Dopo il ritrattino perfetto di padre, tracciato da Annibale Ninchi nella Dolce vita di Fellini, tocca ora alla coppia maschile Mastroianni-Troisi affrontarsi più dettagliatamente sul palco della verità.
La Stampa






L’ingresso è a sottoscrizione libera


Commenti (0)       Foto (0)       Video (0)       Audio (0)


Torna indietro

 
©2008 Pompeilab.com Tutti i diritti riservati - Webmaster