- Official site - 
Header Pompeilab
Benvenuto a Davidlip, ultimo utente registrato il 10-10-2019

Sab 16 Marzo ore 21:30 - Incontro con il Videoartista Lino Strangis + ore 22:30 DJ set Moise

Incontro con il Videoartista digitale Lino Strangis, presentazione dei suoi lavori e dell'associazione culturale C.A.R.M.A. - Centro d'Arti e Ricerche Multimediali Applicate

Lino Strangis, classe ’81, è artista intermediale e teorico di estetiche contemporanee, laureato in estetica ha esposto in Italia e all’estero. Oltre ad essere regista e co-autore di Entr’act Iintermediale, la prima trasmissione di videoarte e cinema sperimentale in Italia, ha rappresentato Roma alla biennale del Mediterraneo 2011.

Dal 2011 è direttore artistico dell'associazione culturale C.A.R.M.A. - Centro d'Arti e RicercheMultimediali Applicate che nasce a Roma nel 2009 dall'incontro di critici, curatori, artisti, mediatori culturali, graphic e web designer ed opera in Italia e all'estero organizzando mostre, eventi, rassegne, manifestazioni, festival, concerti, workshop e conferenze nell'ambito delle arti multimediali. L'associazione si propone come struttura di ricerca, produzione e promozione delle arti contemporanee, rivolgendo particolare attenzione alle arti elettroniche e digitali (video arte, videoinstallazioni, computer art, sound art, teatro intermediale, cinema d'avanguardia e musica elettronica sperimentale).

Dal 2012 è professore a contratto presso il DAMS dell'Università Roma Tre dove tiene il laboratorio di arti digitali ed è direttore della collana Audiovisioni digitali edita da Palladino editore.

È anche sound performer, la passione per la musica si manifesta fin da giovane, è stato musicista polistrumentista. La ricerca del senso dell’esistenza lo accompagna nei suoi lavori audiovisivi: «Il mio interesse fondamentale – dichiara – è sempre legato al tentativo di considerare altrimenti l’esistenza, di trovarla in forme metaforiche ancora non viste o udite, nel suo senso profondo. Visualizzare un esistente invisibile è per me un modo di avvicinarmi all’essenza dell’essere».

Nei suoi video c’è l’uomo, c’è la natura, ci sono gli animali ma ci sono anche elementi astratti che come dice: «hanno un ruolo fondamentale, concettuale e formale allo stesso tempo. Tramite i procedimenti di astrazione cerco di inserire nelle mie composizioni una certa dose di imponderabile, esistente in uno strato altro dall’apparire delle cose». L’artista compone da solo le sue musiche, ha studiato musiche rituali, ma anche altri generi come l’ambient. Lo scopo?: «Cerco di collegare l’atmosfera alle visioni che vado incontrando ma a volte il meccanismo è inverso e cerco di considerare visioni e suoni come colori di una medesima tavolozza».

Biografia:
Lino Strangis è un artista intermediale e teorico di estetiche contemporanee nato a Lamezia Terme il 19/01/1981, vive e lavora a Roma.

Già musicista polistrumentista, laureato in Estetica, durante gli studi universitari individua le arti audiovisive sperimentali come linguaggio prediletto e dopo brevi trascorsi nell'underground romano, tiene la sua prima personale ufficiale nel 2005, al MLAC - Museo Laboratorio di Arte Contemporanea di Roma, a cura del direttore Simonetta Lux.

Partecipa a numerosi festival internazionali in Italia e all'estero come Invideo (Milano), Magmart (Casoria, Napoli), The Scientist (Ferrara), Videoformes (Clermont-Ferrand, Francia), Proyector (Madrid, Spagna), Fonlad (Coimbra, Portogallo), Arte video Roma Festival, Athens Video Art (Grecia), CologneOFF (Colonia, Germania e itinerante) Shortfilm Festival di Budapest, Videominuto (Museo Pecci, Prato) tra i vari.

Dal 2005 è selezionato per numerose mostre dedicate alla videoarte in Italia e all'estero, ha preso parte a prestigiosi progetti internazionali tra cui The Tower of Peace, a cura di Marco Maria Gazzano e le sue opere sono state incluse in prestigiose rassegne storiche come Generazioni romane in videoarte, presentata (da M.M.Gazzano nel contesto di MACRO video drink) al MACRO – Museo d'Arte Contemporanea di Roma nell'autunno 2010.

Alcune delle sue opere sono distribuite da Visualcontainer (primo distributore di videoarte in Italia) e per due volte è stato selezionato da Undo2video. Nel 2009 tiene la sua seconda personale al Centro Internazionale di Arte Contemporanea Sala 1 e nell'agosto 2010 il video Ying Aoyun è presente aVideoholica nell'ambito della Biennale di arte contemporanea di Varna (Bulgaria).

Da sempre costruisce per i suoi video anche installazioni ambientali o li inserisce in videosculture, dal 2010, dopo la sua terza personale dal titolo Special Kitchen è un artista della galleria Lipanje Puntin arte contemporanea con la quale nel 2011 partecipa ad Arte Fiera (Bologna).

Attivo anche come sound performer ha fondato numerosi progetti di ricerca sonora ed è autore di musiche e sonorizzazioni per se stesso ed altri artisti. Impegnato anche come curatore e organizzatore di eventi: ha fondato il gruppo curatoriale Le Momo Electronique e dal 2011 è direttore artistico del C.A.R.M.A. (Centro d'Arti e Ricerche Multimediali Applicate).

Ha rappresentato la città di Roma alla Biennale del Mediterraneo 2011 tenutasi presso il MACRO di Roma e nel 2012 ed è stato ideatore e organizzatore di importanti collettive di video arte internazionale come "Latest Treds of Western Videoart", tenutasi nel contesto del progetto interculturale "Insideout" (in collaborazione con Italy China Art and culture e Lab-Yit) presso White Box Museum of Art di Pechino e "Giovane videoarte italiana d'oggi" (presso muBA -Museu belas artes di S.Paulo, Brasile) a cui ha preso parte anche come artista.

Co-autore e regista di Entr'acte Intermediale, la prima trasmissione televisiva italiana interamente dedicata a video arte e cinema sperimentale.
Dal 2012 è professore a contratto presso il DAMS dell'Università Roma Tre dove tiene il laboratorio di arti digitali. Ideatore saggista e curatore dell'edizione (libro + dvd) "La videoarte nel mondo del software (edita da Palladino editore) a cui hanno preso parte alcuni tra i maggiori esperti italiani (Gazzano, Taiuti e Amaducci tra i vari) oltre che un gruppo di artisti internazionali.

Dal 2012 (per Palladino editore) è direttore della collana "Audiovisioni digitali" interamente dedicata alla ricerca teorica riguardo gli audiovisivi sperimentali.

Moise ,
progetto CAMPANO di musica elettronica AMBIENT\MINIMAL, autoprodotto,nato nel 2005.
Colleziona diversi live ,dividendo il palco con i RETINA,FRAMEDADA vs K.LONE,EMANUELE ERRANTE,THE SHAK AND SPEARES,SIXTH MINOR.
Nel 2011 ,come concorrente di MARTLIVE,in virtù delle qualità innovative del suo progetto musicale,si aggiudica il"PREMIO SPECIALE ETèRNIT.


Commenti (0)       Foto (0)       Video (0)       Audio (0)


Torna indietro

 
©2008 Pompeilab.com Tutti i diritti riservati - Webmaster