- Official site - 
Header Pompeilab
Benvenuto a NormaGen, ultimo utente registrato il 22-03-2019

Napoletano E’ … 50: I gol di Lavezzi con la maglia del Napoli!

2007-2008

Al termine della partita con il Lecce, mi è arrivato un messaggio sul cellulare che ha scatenato la mia fantasia. Italianizzando il tutto, la sostanza del messaggino era: “Se il Pocho segnasse un po’ di più (veress a port’ …) Messi (il giocatore più forte del mondo) comincerebbe ad avere un po’ di mal di testa”

Bene: oggi vi racconto tutti i gol di Ezequiel Iván Lavezzi con la maglia del Napoli!

Il Pocho arriva in forza alla compagine partenopea nell’estate del 2007. Dopo due esperienze maledette in Italia (Fermana – grane con il passaporto da extracomunitario; e Genoa – illecito sportivo e retrocessione dei grifoni) viene acquistato dal Napoli per 6 milioni di euro; per lui, appena 22enne, un contratto quinquennale e la maglia numero 7! Esordisce in maglia azzurra il 15 agosto 2007 – Coppa Italia - nella partita contro il Cesena. Tre giorni dopo, il 18 agosto, alla sua seconda partita ufficiale con la maglia del Napoli, realizza una tripletta nel match contro il Pisa, anch'esso valido per la Coppa Italia. E’ la prima tripletta realizzata da un giocatore del Napoli dopo quattordici anni.

Il Napoli è subito in svantaggio; al 19° del primo tempo va in rete l’attaccante bielorusso Kutuzov. Nel secondo tempo mister Reja lancia nella mischia il Pocho al posto di Gatti. Dopo pochi minuti, Lavezzi va in gol con un tiraccio dalla distanza. Il Napoli, galvanizzato dalla marcatura, comincia ad assediare la porta del povero Padelli. Nel primo tempo supplementare il Napoli raddoppia. E’ il 12’: sponda di testa del solito Sosa e rasoterra preciso del Pocho. Nel secondo tempo supplementare Lavezzi triplica chiudendo in rete un duetto con De Zerbi.

In campionato la prima rete arriva il 2 settembre 2007 (io ero a Cuba!). È la seconda di campionato, il Napoli affronta l’Udinese in trasferta. Finisce 0-5! Il Pocho disputa una partita che definire stupenda è poco. Per lui due assist ( quello dello 0-1 di Zalayeta – quello del definitivo 0-5 di Sosa) e il 3° gol, il più bello. Dribbling a rientrare e cannonata sotto la traversa e la prima danza.

Il 20 ottobre 2007, il Napoli è di scena all’Olimpico contro la compagine giallorossa. È una partita spettacolare che il Napoli avrebbe ampiamente meritato di vincere. Finisce 4-4 ed il Pocho Lavezzi è senza alcun dubbio il migliore in campo (bellissimo il gol di Walter Gargano). Il Pocho segna la prima rete dell’incontro (2° minuto di gioco): si tratta di un siluro che il povero Curci non vede!

La prima rete al San Paolo la segna il 4 novembre contro la Reggina. È un gol importante che permette al Napoli di guadagnare un insperato pareggio. Finisce 1-1! È la Reggina a portarsi in vantaggio; il colpo di testa di Vigiani è una vera e propria sassata. Poi ci pensa Calaiò: sbaglia un rigore procurato da Lavezzi e rischia di mettere il Napoli nei guai. La rete del Pocho, un bel tiro al termine di una mischia, arriva al 90° minuto (via la maglia e cartellino giallo).

Il 2 febbraio 2008, nella seconda giornata di ritorno (un anticipo per essere precisi), il Pocho realizza la sua prima doppietta in serie A. Contro l’Udinese finisce 3-1! Prima di andare a segno (entrambe le reti le realizza nel secondo tempo), fornisce l’assist per il clamoroso autogol di Zapata. Dopo pochi minuti c’è il pareggio di Pepe (subito dopo espulso) e l’espulsione di Cannavaro. Sembra l’ennesima beffa ma nel secondo tempo il Pocho buca due volte la porta bianconera. Il primo gol è un tiraccio da fuori che rimbalza nell’angolino; il secondo un pallonetto al bacio sull’uscita del portiere … e parte la danza sotto la curva B!

Il 19 marzo 2008 ne realizza un’altra ai danni della Fiorentina: siamo sempre al San Paolo. Le reti del Pocho, realizzate entrambe nel primo tempo (22° - 31°) sanciscono il 2-0 finale. Mannini allunga sulla fascia approfittando di una disattenzione difensiva, mette in mezzo per Lavezzi che sopraggiunge alla velocità della luce: gol! Il secondo gol invece è la meravigliosa conclusione di un calcio d’angolo sbagliato. La palla raggiunge il Pocho, controllo e gol da fuori area: Frey è una statua di sale!

Dopo due sconfitte (Inter e Catania) il Napoli abbatte l’Atalanta di un ottimo Coppola. Il Pocho realizza la seconda rete e regala al San Paolo l’ennesima prestazione super ed un decisivo sorpasso in classifica proprio ai danni della compagine bergamasca.


A cura di bardamù


Commenti (0)       Foto (0)       Video (0)       Audio (0)


Torna indietro

 
©2008 Pompeilab.com Tutti i diritti riservati - Webmaster