- Official site - 
Header Pompeilab
Benvenuto a DeweyDut, ultimo utente registrato il 07-11-2019

Archivio Eventi


SONIC SUBSIDENCE 2016 Microfestival delle subculture elettroniche 30 settembre / 1° ottobre 2016

mano
mà·no/
sostantivo femminile
1. Il segmento terminale degli arti superiori, deputato a funzioni di organo prensile e tattile per cui mezzo di cui l’uomo compie gran parte delle sue opere.
2. figurativo; Aiuto, Forza, Potere, Autorità.


La Mano Pantea, simbolo apotropaico, è stata rinvenuta in un edificio Pompeiano, precisamente nel complesso archeologico dei riti magici.
Il simbolo è stato di volta in volta utilizzato in diversi contesti religiosi e iniziatici sin dalla sua comparsa attribuita al dionisiaco Culto di Sabazio risalente al VI sec A.C., divinità dell’asia minore compagno di Cibele. La posizione del dito pollice, indice e medio distesi, anulare e mignolo ripiegati–rappresenta il gesto tipico della benedictio Latina.
Inoltre la mano rappresenta lo strumento/arto principale con il quale l'uomo costruisce la propria esistenza, su cui forma e performa il suo vivere.
E’ in questa duplice prospettiva che abbiamo scelto questo simbolo, un simbolo-feticcio che allontana la negatività e allo stesso tempo è simbolo e strumento del fare dinamico, prerogativa per la nostra sopravvivenza.

lineup:

Venerdì start 21:00:
- Francesco Leone
- Khymeia
- r2p
- LKSMN & Bop

Sabato start 21:00
- Amklon
- SEC_
- Hydrangea
- Dirton


Francesco Leone:


Da sempre appassionato e collezionista di dischi new wave e EBM, collabora alla realizzazione di eventi legati all’arte elettronica, tra cui il festival di media art Flussi.
La sua selezione spazia dal post punk alla synthwave, passando per la dark wave e l’electro.





Khymeia:


“Khymeia” nasce dalla fusione di Calogero Aquilina e Daniele Crocenzi.
Un progetto che mira a far riscoprire all'ascoltatore la vera natura interna attraverso ricercate sonorità profonde e oscure esalate da Sintetizzatori Modulari attraverso cui tutto si fonde e si trasforma.





r2π:


r2π è un progetto a otto mani nato dalla fusione organica di Retina.it (Nicola Buono e Lino Monaco), Prg/m (Pier Giuseppe Mariconda) e Ruhig (Luigi Cicchella) tre solide realtà della techno italiana che attraversando percorsi molto differenti hanno deciso di mettere insieme le loro idee in questo nuovo progetto, una “triangolazione” di tre elementi energetici campani che vanno a costruire una “quadratura del cerchio” perfetta, un ensemble olistico dove le anime sono ancora distinguibili ma dove il tutto è più della somma delle singole parti.

 

 



LKSMN & Bop:


Pietro Rianna, aka Like Someone è un selector ed un musicista napoletano. LKSMN sperimenta la musica come parte di un inconscio collettivo da elaborare e poi condividere con gli altri. Lo scorso marzo, a Napoli, all’Officina 99, insieme a Dave Saved e Nplgnn, apre Andy Stott. Nel 2013 pubblica la sua prima tape, “Aboutism” su Ruzzi.
Luca Affatato aka Bop, classe 1976, produce musica da quando aveva 10 anni. Inizia a suonare, grazie a Ludo V, come dj Drum&Bass dal 1996/97, in seguito 16bit Suicide, duo electrorock, legato all’etichetta indipendente Registrazioni italiane con Davide Rossillo e poi Phutura, con cui si afferma sulla scena techno degli ultimi ‘90. Ha partecipato a vari eventi tra cui Analogie al Museo Madre, Fortezza da Basso Firenze, Dirty Kick, Flussi (AV), Semmai Factory Lab. Il 2016 ha visto l’uscita del suo EP “Music for Chairs” su Parachute Records, disco che ha ottenuto numerosi consensi da artisti e dalla critica di settore.

 


Amklon:


Amklon nasce dall’incontro di Giuseppe Mascia -electronics- e Sergio Albano -aluminum guitar; la loro musica è il punto di rottura di tanti mondi solo apparentemente inconciliabili: un'architettura sonora fatta di scuri suoni sintetici, rumorismo d’avanguardia, textures atmosferiche che si risolve in un gioco di forme sonore inedite, un continuo smarcarsi tra organico e inorganico che esprime una pressione sonora piena di tensione e movimento.
Il loro lavoro tende a trasfigurare le categorizzazioni in una dimensione cupa e desertica: un oscuro viaggio spirituale .
Singolarmente hanno pubblicato con label italiane e estere come quasipop, sincope,scissor tail ed. KSV,metzgertherapie, suonato con Rhys Chatham, Uzeda, Tetuzi Akiyama, Pascal Battus e condiviso il palco con numerosi artisti della scena elettronica internazionale.
Prossimi al secondo tour in Europa e all’uscita in Lp sulla label italiana Boring Machines.




SEC_:


SEC_ è uno dei nuovi talenti della musica elettroacustica italiana. Improvvisatore e compositore, cerca di portare la “musica concreta” in una nuova dimensione, vicina tanto all’elettronica da club più scura quanto alla ricerca sui dispositivi in feedback. Il suo strumento principale è il registratore a bobine Revox, che usa per manipolare e deformare i materiali sonori, creando incastri imprevedibili e grotteschi, ricchi di tagli, esplosioni e suoni profondi. Oltrepassando continuamente i confini tra analogico e digitale, strutturato ed improvvisato, narrativo e astratto, SEC_ è piuttosto interessato alla relazione tra “fisicità del suono” (e della sua produzione) e qualcosa che potremmo forse ancora chiamare “musicalità”.

 

 

 

Hydrangea:


La sua techno mostra il lato più profondo ed emotive del genere, i suoi lavori sono veri e propri gioielli dell’elettronica.
Come il nome stesso evoca il sound di Hydrangea si basa sulla natura e sulle emozioni organiche che questa le ispira e che sono alla base dei suoi suoni incantevoli ed inebrianti.
Ad oggi ha pubblicato per etichette come Silent Season, Annulled, natch e Dust Recordings ricevendo moti apprezzamenti dalla stampa di settore. Nel 2015 ha rilasciato il suo album di debutto “Dawn lights” seguito dopo pochi mesi dal LP autoprodotto (pubblicto sul suo bandcamp) “Escape From Reality” – un tributo fortemente personale e intimo alla prematura scomarsa di sua sorella

 

 

Dirton:


Dirton, noto ai più come Lorenzo Orlando, nasce il 25 dicembre del 1991 a Pompei (NA) prima che le mura antiche iniziassero a crollare. Nel 2012 decide di mettere in gioco le sue idee e le sue armonie, componendo – complice la luce soffusa della sua stanza – tutte le musiche che oggi propone al pubblico. Dallo spazio circostante raccoglie i suoni, i rumori ed il suo singolare modo di concepire musica e ritmo.
Dopo la pubblicazione di vari EP, più maturi e introspettivi, Lorenzo - ormai per tutti Dirton - si concentrà su un nuovo lavoro digitale in cui la ricerca si spinge ben oltre la semplice elettronica. La caratteristica peculiare del nuovo Dirton, infatti, è la capacità di includere nei suoi progetti anche e soprattutto suoni di Abstract Hip Hop: un sostrato musicale che, di fatto, consente a Lorenzo di proporre al pubblico una vastità di generi e contaminazioni legate insieme dall’elettronica. In ogni brano le nuove idee sono condite dall’esperienza musicale ed analogica degli anni ’90.

 

 

 

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (0)     Video (0)     Audio (0)

Domenica 25 settembre ore 21 - Campofelice Saro, sgarrista.

Clicca per leggere l'articolo

Campofelice Saro, sgarrista.
“… ‘a verità? Uno può passare una vita a punire gli sgarri degli altri, terrà sempre uno sgarro suo che adda pavà personalmente. E nisciuno si scorda mai ‘e niente.”

Sinossi:
Saro Campofelice, sgarrista, si trova, come in altre occasioni, sul luogo del lavoro, ma questa volta sente tutta la stanchezza accumulata in tanti anni di “onorata professione”. In una squallida camera d’albergo attende il momento in cui dovrà agire. Fuori, la città vive e irrompe coi suoi suoni eccessivi: è una giornata di festa religiosa, ma ci sono anche gli immancabili cortei di disoccupati e intanto la comunità cittadina si prepara ad ascoltare il discorso elettorale del politico di turno, candidato al Comune, che è proprio il bersaglio di Saro. Il camorrista ha l’incarico di punire uno sgarro che quell’uomo aveva fatto a suo padre tanti anni prima. Ma l’attesa estenuante cui è costretto il killer permetterà allo spettatore di osservare da vicino il mondo interiore di Saro, le sue aspettative, i suoi rimpianti, le sue manìe.

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (0)     Video (0)     Audio (0)

Giovedì 15 settebre presentazione libro "EX POVERA SPOSA EX RICCO" di Pina Lamberti.

Clicca per leggere l'articolo

"L'atroce dimensione umana, sottolineata da Giacomo Leopardi mi induce in una sorta di disperazione a credere nell'ottimismo dei miei protagonisti... Il titolo, 'Ex povera sposa ex ricco', racchiude il senso di tutta la storia. Operaia (bellissima) sposa il padrone della fabbrica dove ella lavora. La vicenda ha come 'nucleo' le lotte operaie, le esplosioni di violenza, un rapimento crudele. L'amore lievita nella vicenda come sostanza di vita! La storia fu pubblicata a puntate sul settimanale 'Bella', col parere favorevole di Giorgio Scerbanenco e di sua moglie Nunzia Monanni".
Pina Lamberti Sorrentino, scrittrice e insegnante in pensione, vive a Pompei, dove in passato ha insegnato Storia e Filosofia al liceo scientifico Pascal. Nata a Pula (Croazia), ha vissuto diversi anni in Grecia, prima di stabilirsi definitivamente nella cittadina mariana. Tra i tanti riconoscimenti ottenuti per la sua attività letteraria, vanta: il “Premio Sanguineti” per la poesia; il “Premio della Presidenza del Consiglio dei Ministri” per la Cultura anno 2002.
Oltre venti opere all’attivo, tra cui: “Mestiere di Madre” (edizioni Marotta); “Aironi” (edizioni Fabbri-Bompiani); “Medea per Medea” (edizioni Esselibri); “Il respiro della memoria” (Graus editore), “Padre assente, padre padrino, padre padrone” (Kairos edizioni).

“Ex povera sposa ex ricco”

di Lamberti Sorrentino Pina
Relatore : Filippo Angora

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (26)     Video (0)     Audio (0)

The Bidons sabato 6 Agosto 2016 - Open Act Kafka Sui Pattini - start ore 22:00

Clicca per leggere l'articolo

The Bidons nascono intorno al 2005 grazie alla passione per il rock’n’roll, il garage ed il punk. Ispirati dai loro idoli decidono di imbracciare gli strumenti e iniziano a produrre tanto “rumore”.
Nel corso degli anni sono particolarmente attivi nell’underground campano, suonando sia con gruppi internazionali, come Fuzztones, Dirtbombs e Crash Normal, che italiani come Bradipos IV, Rippers, Pitch, Fratelli Calafuria, 24 Grana, 99 Posse e Joy Cut, senza trascurare le band amiche come The Valium, Culture Wars, Tony Borlotti & Flauers e Wild Week End, Malatja e Funny Dunny.
Nel 2011 danno inizio alle session di creazione e registrazione di pezzi propri di matrice prettamente garage ‘60-‘70, ma ricercando un sound presonale.
Nell’aprile 2012 esce il loro primo lavoro “Granma Killer!!!” (autoprodotto e distribuito da Area Pirata), sei trascinanti brani autografi, più due cover, come buon tradizione garage vuole.
Nel 2012 il loro brano Too Much Fun viene scelto come colonna sonora di un cortometraggio 3D prodotto dalla Vancouver Film School.
Il 6 dicembre 2013 i Bidons realizzano un secondo bruciante album dal titolo “Back the Roost” (coprodotto e distribuito da Area Pirata) dalle atmosfere garage e r’n’b, con incursioni surf e power pop ed una sempre viva attitudine punk....continua


Kafka Sui Pattini
Il progetto nasce a Pompei (NA) nel Dicembre 2014, quando Mark, Davide, Chris, Acero e Lorenzo decidono di allacciare i pattini e formare una band che mescoli indie rock, suoni freschi e tasso alcolico elevato.
Fin dai primi live l'energia della musica si fonde con la voglia di coinvolgere, far ballare, saltare e intrattenere il pubblico.
L'intensa attività live li vede vincere numerosi contest (tra cui il PompeiLab Music Contest 2015) e condividere il palco con artisti del calibro di Selton, EPO, La Maschera,Sabba e gli Incensurabili, Freak Opera, Hitesan, Lamarck, Johnny Dal Basso e tanti altri.



leggi tutto

Commenti (0)     Foto (41)     Video (0)     Audio (0)

Fede 'n' Marlen live - venerdì 29 Luglio - start ore 22:00

Clicca per leggere l'articolo

Nella loro musica Fede'n'Marlen raccontano storie che sudano amore,ironia, piccole filosofie di vita e si confrontano con un mondo che
velocemente vorrebbe cancellare ogni emozione mentre le canzoni le fermano e le mettono in musica, sono scritte nei testi, vivono nelle
voci , nelle chitarre , nella fisarmonica e nei suoni viscerali e sinceri, per entrare nella pelle del sogno in cui vivono da due anni.

Fede'n'Marlen sono:
Marilena Vitale: voce, chitarra
Federica Ottombrino: voce, fisarmonica, chitarra

Fb : www.facebook.com/fedenmarlen/?fref=ts

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (0)     Video (0)     Audio (0)

Polina live ,presentano “Mimetico” Gioved' 21 Luglio start ore 22

Clicca per leggere l'articolo

I POLINA nel 2016 tornano sulla scena musicale italiana con il loro nuovo disco,
Mimetico. La band partenopea raccoglie nel suo nuovo album energia e soluzioni
per interpretare in modo originale la musica elettronica. Semplice e diretto, Mimetico
diverte e fa ballare, i testi visionari evocano situazioni, emozioni e prospettive
possibili.
La musica nella sua modernità e freschezza si esprime con ritmiche imperanti.
Un disco mimetico che cambia traccia dopo traccia, scivolando fluido e con
carattere tra generi musicali come drum&bass, trap, dub, reggae, techno. Napoletano
e italiano si fondono ancora una volta in un linguaggio che promette evoluzioni
sorprendenti. Nelle nuovi produzioni POLINA hanno cercato uno storytelling
ed un beat più fluido con una ricerca del suono curata ed aggiornata.
I POLINA sono una band seminale dell’underground elettronico partenopeo attiva
dal 1998. Basso, batteria, voce e elettronica garantiscono un impatto live impressionante.
Sempre innovativi nelle loro performance live, sono tra i pionieri della
d’n’b live in Italia ma soprattutto una crew di artisti, tecnici e makers che non si è
mai fermata nella ricerca e nella sperimentazione. In questi anni le nostre azioni
si sono moltiplicate, dalle arti visive al making (Elettrorama), dal videomapping
alla gestione di eventi e spazi (Kinodromo), attenti alle trasformazioni tecnologiche
e culturali, mimetizzati tra le nuvole di dati, abbiamo adesso pronta una
nuova produzione musicale, brani esplosivi caricati con esperienza per un nuovo
ciclo.

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (33)     Video (0)     Audio (0)

Love is in the eyes of the animals Tour 2016 – Venerdì 8 Luglio 2016 start 22:00

Clicca per leggere l'articolo

Gli INUDE ,duo elettrico nato nel 2014 in provincia di Lecce,sono formati da Giacomo Greco e Flavio Paglialunga.
Dal loro debutto live nell’estate 2015, hanno condiviso diversi palchi con artisti del calibro di Skin,Is Tropical, Populous, Capibara, Venetian Snares ,Phon_o, His Clancyness, Drink To Me e altri ancora.
New soul,elettronica raffinata,chitarre dilatate,archi,tappeti sonori e romanticismo; il tutto è plasmato all’interno di “ Love is in the eyes of the Animals “ , il primo Ep uscito il 27 Maggio e pubblicato da Panorama Musique Records .
La band si avvale di Francesco Bove come terzo e imprescindibile elemento per il live,tanto mentale quanto fisico.
Spinti dagli ottimi riscontri di “ Man Down “ , primo singolo estratto dell’ep e primo video ( realizzato da AcquaSintetica ) , la band ha iniziato il tour promozionale di “ Love is in the eyes of the Animals “ , seguito da Wero Eventi nella funzione di booking e management, assieme a Bizarre Love Triangles nella funzione di ufficio stampa; con un ‘agenda estiva piena di live e di partecipazione a festival ed eventi prestigiosi.

Fb : www.facebook.com/Invde/?fref=ts

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (44)     Video (0)     Audio (0)

Venerdi 1 Luglio 2016 live Indubstry ...presentazione nuovo disco "OVERCOME" start ore 22:00 al PompeiLab

Clicca per leggere l'articolo

La band ricerca nel Dub la chiave di lettura. Melodie roots su fiumi di jungle, atmosfere cupe lacerate da chitarre affilate, muri elettronici piegati al volere del basso. Tutto rigorosamente suonato.
Attiva dal febbraio del 2010 ha partecipato a tutti i più importanti festival reggae e dub.
A Marzo 2012 esce per l’etichetta Suonivisioni “Push” l'album di esordio degli Indubstry, con la produzione artistica di Madaski (Africa Unite).
Il 10 Dicembre 2012esce il videoclip del primo singolo "Rasta Soldiers" con il featuring di Marcello Coleman. Nello stesso mese vengono chiamati dai 99 Posse ad aprire i concerti del loro Tour campano. Nel 2013 escono altri due videoclip, dei brani “Asse Mediano” e “Tools”.
Gli Indubstry hanno fino ad oggi condiviso il palco, oltre che con i 99 Posse, con Manu Chao, Asiandub Foundation, Aprhodite, Ln Ripley, Subsonica, Nobraino ed hanno inoltre partecipato a festival nazionali ed internazionali.
Nel 2015 vincono Arezzo Wave Campania e suonano al Rototom Sunsplash in Spagna.
Da fine maggio 2016 è on-line il singolo "Fuoco" (feat. Zulù /99 Posse) che anticipa l'uscita del nuovo album "Overcome" in uscita il 10 giugno 2016 in tutti gli store digitali, e disponibile dal 17 giugno 2016 in formato fisico, con l'etichetta SuoniVisioni Records.
“OVERCOME” è il secondo lavoro discografico della band INDUBSTRY
in uscita digitale (in esclusiva su itunes) il 10 giugno e fisica il 17 Giugno 2016.
L'album mantiene le radici reggae/dub che hanno da sempre caratterizzato la band e questa volta affidate ai missaggi di
Umberto Echo, producer, sound engineer “Overcome” è il naturale continuo di “Push”.
Se il primo album “Push” ha rappresentato la spinta necessaria ad avviare un processo, ora “Overcome” incita a superare, a passare oltre, a continuare, a correre aldilà di muri e confini, oltre i limiti, sia fisici che culturali.
“Il nuovo album ci vede più consapevoli di chi siamo e del nostro modo di concepire quello che facciamo. Dopo 6 anni di lavoro insieme e 3 di tour è normale che ciò accada. Il sound ora lo sentiamo più nostro, c’è una maggiore consapevolezza. Ma la strada non finisce mai ed è piena di ostacoli da superare.” Indubstry


Indubstry - Fuoco feat. Zulù - (official video)


FB : www.facebook.com/indubstry


leggi tutto

Commenti (0)     Foto (48)     Video (0)     Audio (0)

APERTURA DEL LABORATORIO DI FILOSOFIA E TEATRO PER BAMBINI DOMENICA 26 GIUGNO ORE 18:30

Clicca per leggere l'articolo

4 mesi insieme.
Ogni volta entusiasti di salutare la mamma o il papà per andare ad aprire quella porta, entrare e richiuderla.
Restiamo assieme due ore nel nostro pensatorio. Scarno, quattro mura, una finestra e qualche sedia. Non abbiamo bisogno di altro. Quello che c’è dentro lo costruiamo noi. Ogni volta. Siamo noi.

Qual è la domanda di oggi?
Ce ne siamo poste di tante, alcune incomprensibili, altre risultate talmente semplici che hanno avuto delle risposte immediate, certe e straordinarie.
Il pensiero ha creato la risposta e il corpo l’ha realizzata. Facile facile !

Ci siamo fatti forza e abbiamo deciso di rendervela questa esperienza.
Per il nostro ultimo incontro di laboratorio apriamo quella porta ed aspettiamo chiunque sia curioso di sedersi a vedere che cos’è che capiterà quel giorno. Non lo sappiamo neanche noi. Eppure noi avremo un pubblico e voi uno spettacolo.

Non perdertela questa occasione !
Noi ti aspettiamo !

" INGRESSO LIBERO "

A CURA DI Chiara Vitiello , DOTT.SSA IN FILOSOFIA E ATTRICE

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (0)     Video (0)     Audio (0)

Sabato 25 Giugno 2016 - Rocco Traisci & il Jet Set (+ Beelitz) start ore 22:00

Clicca per leggere l'articolo

Sabato sera un live del tutto inedito ed una band nata da poco saliranno sul palco del PompeiLab, i pezzi tratti dal nuovo album “L’Amore Ai Tempi Della Collera” in uscita il prossimo autunno, vede Rocco Traisci (ex voce della Freak Opera) impegnato in un nuovo lavoro e con nuovi compagni di viaggio. Il disco (prodotto al Lavalab Recording Studio) prende spunto dal “colera” del premio Nobel Garcia Marquez.
Il JET SET è la band che sostiene Rocco Traisci per un live e un disco di canzoni d’amore cattivo, suadente, doloroso, stimolante, in quel cerchio di fuoco e di contraddizioni che sono la passione dell’abbandono e la bellezza dell’incontro.

IL JET SET
Rocco Traisci : VOCE
Giovanni Vicinanza : CHITARRA ACUSTICA
ANTONIO OSTUNI : CHITARRE ELETTRICHE
Maurizio D’Antonio : BASSO
Gennaro Cannavale : BATTERIA

FB: www.facebook.com/events/1061880410553608/

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (43)     Video (0)     Audio (0)

SABATO 18 GIUGNO 2016 LIVE We are The Bears al Pompei Lab Start 22:30 H

Clicca per leggere l'articolo

In occasione dell'uscita del loro primo album il duo torrese dedica all'atmosfera di SpazioVita un'inedita presentazione di se stessi e del loro primo disco BLU DESERT FUZZ.
8 tracce dal sound psichedelico, caldo, profondo.
Si definiscono "Psychedelic desert" , in una fusion tra minimal/rock anni '70 con l'energia di un'acustica ambient contemporanea.


WE ARE THE BEARS
(Vincenzo Sorrentino : Guitar, Vocals, Slide
Gaetano Garofalo : Drums, Rhodes)






WE ARE THE BEARS - PATTERN NATURE


www.facebook.com/We-are-The-Bears-1398466080432362/



leggi tutto

Commenti (0)     Foto (43)     Video (0)     Audio (0)

Facciamo un Fatto - The BigOne - venerdì 20 maggio

Clicca per leggere l'articolo

Si chiude il primo ciclo di eventi per "Facciamo un Fatto" a sostegno della nascente Onlus "Luca BigOne Ferrara". Sono stati mesi lunghi intensi e faticosi e vogliamo chiudere questa prima fase di eventi tutti insieme in un altro luogo speciale: il Pompei Lab. Cominceremo alle 18.00 con l'apertura di una mostra. Saranno esposte una serie di opere ispirate a Luca. Seguiranno concerti, dj set e performance di danza. Per salutarci prima di ritrovarci a settembre, fare un punto della situazione, abbracciarci ancora più forte. Per fare un fatto...ma fatto bene.

Link Evento Facebook:
www.facebook.com/events/1081359411907788/

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (0)     Video (0)     Audio (0)


Pag [ 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 ]



Torna indietro

 
©2008 Pompeilab.com Tutti i diritti riservati - Webmaster