- Official site - 
Header Pompeilab
Benvenuto a mia.franz, ultimo utente registrato il 21-09-2018

Archivio Eventi


Si rinnova l’appuntamento con il Teatro al Pompeilab con la Rassegna FuoriScena 4 spettacoli domenicali dal 15 Febbraio ore 19:00

Clicca per leggere l'articolo

In programma il 15 Febbraio Candido, vincitore del bando nazionale "Holden" promosso dalla "Scuola Holden" fondata da Baricco. Uno spettacolo che racconta il sogno spezzato da una prematura morte bianca, coperta da silenzio e indifferenza. Candido, giovane emigrante muratore di 29 anni irpino, sceglie coraggiosamente di allontanarsi dalla sua amata e monotona terra, dalla famiglia, dai coetanei alla ricerca di una vita migliore, di un lavoro onesto ma allo stesso tempo disonesto.
Il 22 Febbraio Fabula Nera ci proietterà nello scenario della rivoluzione napoletana del 1799 sfondo per una storia di conflitti e incomunicabilità che dominano Napoli ieri come oggi. Una lazzara e un giacobino, figure completamente diverse ma specchio di un’unica realtà. Due mondi a confronto, due facce della stessa medaglia che percorrono lo stesso tempo, la stessa storia ma ne danno due versioni differenti.

Il 22 Marzo con Che Fare? continua il viaggio nell’Italia del Sud in un universo contadino arretrato culturalmente ed economicamente, schiacciato passivamente dai potenti che gli negano il diritto all’acqua, al voto. Quando i “cafoni” prenderanno coscienza della loro condizione si domanderanno Che fare?. Un’ esortazione a non subire ingiustizie e a riacquistare dignità umana.

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (10)     Video (0)     Audio (0)

Martedì 6 Gennaio ore 21:00 – Faber Vita, Amore, Anarchia Settima Edizione.

Clicca per leggere l'articolo

Pompeilab ricorderà Fabrizio. Musica, poesia e parole saranno l'anima. Band locali, amici ed affetti
ne saranno i portatori.
Per il settimo anno consecutivo Pompeilab ad abbracciare Fabrizio De Andrè a 16 anni dalla sua scomparsa.
Il poeta, "precauzionalmente un cantautore", ha lasciato la sua voce nei nostri genitori prima che in noi, e resterà indelebile anche nei nostri figli di oggi e di domani. L'arte di Faber la riscopriamo ogni giorno nelle sue parole ed in quei mille pensieri che, fatti poesia, riescono a palesarsi dinanzi ai nostri occhi nei tanti attimi di vita quotidiana. In un dolore come in una gioia. In un sorriso di una passante come negli occhi della donna amata. Nelle lotte di un popolo contro un sopruso così come nella consapevolezza dell'amarezza della vita ogni volta che ci cascano addosso pesi e responsabilità.

In collaborazione con il comune di Pompei.

La serata si svolgerà nella tensostruttura presso il comune di Pompei.

Per info: info@pompeilab.com

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (0)     Video (0)     Audio (0)

Domenica 16 Novembre ore 20:00 – Reading “L’incompiuta” di Emanuele Buknè, Jota editore, interpretato da Rodolfo Medina e Adelaide Oliano

Clicca per leggere l'articolo

Emanuele Buknè presenterà il suo ultimo romanzo “L'incompiuta” in forma di reading interpretato da Rodolfo Medina e Adelaide Oliano. I due attori napoletani interpreteranno i diversi (ma convergenti) personaggi del libro di Bukne, che ha ridotto per l’occasione il testo, adattandolo alla performance.
L’INCOMPIUTA è un libro di “poco meno di sessanta pagine in cui niente sembra lasciato al caso”, scrive Alda Gambino. “Tutto, dall'impaginazione alla titolazione di capitoli e paragrafi, dall'immagine di copertina alla struttura narrativa, è ben studiato e pregno di significato, nel racconto di una storia mai vissuta […] nata per caso e in cui il caso, paradossalmente, pare avere la meglio sulle reali intenzioni dei protagonisti.”
“Una riflessione sull'incomunicabilità, i cui protagonisti, vicini eppure lontani, mescolano pensieri, parole e azioni, fino a confondersi. Abile, a tal proposito, la costruzione narrativa, l'intreccio dei dialoghi e i rimandi a significati metaforici e allusivi.” (Gambino)
“L’INCOMPIUTA fa male” scrive Etta La Pignola, “proprio come l’assenza di un qualsiasi finale […] Le situazioni descritte sono quasi tangibili […] Si affrettano a farti sentire piccolo e ingombrante, testardo gladiatore in un’arena che ti incita ad andare avanti, nonostante si sappia che la fine è inesistente. […] Anzi, la conclusione del romanzo si presenta in forma di domanda, proprio a rafforzare il concetto dell’assenza di una fine. E questa parola la si applica in qualsiasi contesto vi possa venire in mente, rendendo ancora più frustrante la ricerca di una soluzione.”
“Le pagine scorrono, tra un paio di settimane potrete anche dimenticare i nomi dei personaggi, o i nomi delle città visitate, se non addirittura il titolo del romanzo. Ciò che si farà strada nel vostro cervello, impedendogli di immaginare un bel modo per tirarsene fuori, sarà quel delicato eppure brutale senso di orrore e rassegnazione.” (La Pignola)
"Che i fatti narrati siano realtà, finzione o entrambe poco importa: Bukne ci svela una frazione del suo mondo, ma quanto ci sia di questo mondo, in quali proporzioni, non è dato capirlo né scoprirlo. Qualcosa sfugge, impedendoci di carpirne appieno il significato.” (Gambino)
Emanuele Bukne ha già pubblicato i primi due volumi de "La muchacha que se ahoga" e ideato e preso parte alle antologie collettive di Jota, di cui è editore.
Rodolfo Medina è nel mondo del teatro sin dal 1980, formatosi alla Bottega Teatrale di Firenze diretta da Vittorio Gassman, col quale ha successivamente recitato nel Macbeth di William Shakespeare e in Non essere, su testi di Kafka, Pirandello, Codignola.
Adelaide Oliano, nel mondo del teatro dal 1990 formatasi a diffusione teatro laboratorio teatrale di Torre Annunziata di Eduardo Zampella, ha lavorato tra l'altro con I Teatri delle Sguelfe , L' Angelico Bestiario Compagnia, le sorelle Tavassi, Enrico Vicinanza, Cattivo Costume, Las Fura dels Baus.
L'INCOMPIUTA è disponibile in cartaceo e in eBook sul sito www.jotaeditore.com.

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (0)     Video (0)     Audio (0)

Domenica 16 Novembre ore 20:00 – Reading “L’incompiuta” di Emanuele Buknè, Jota editore, interpretato da Rodolfo Medina e Adelaide Oliano

Clicca per leggere l'articolo

Emanuele Buknè presenterà il suo ultimo romanzo “L'incompiuta” in forma di reading interpretato da Rodolfo Medina e Adelaide Oliano. I due attori napoletani interpreteranno i diversi (ma convergenti) personaggi del libro di Bukne, che ha ridotto per l’occasione il testo, adattandolo alla performance.
L’INCOMPIUTA è un libro di “poco meno di sessanta pagine in cui niente sembra lasciato al caso”, scrive Alda Gambino. “Tutto, dall'impaginazione alla titolazione di capitoli e paragrafi, dall'immagine di copertina alla struttura narrativa, è ben studiato e pregno di significato, nel racconto di una storia mai vissuta […] nata per caso e in cui il caso, paradossalmente, pare avere la meglio sulle reali intenzioni dei protagonisti.”
“Una riflessione sull'incomunicabilità, i cui protagonisti, vicini eppure lontani, mescolano pensieri, parole e azioni, fino a confondersi. Abile, a tal proposito, la costruzione narrativa, l'intreccio dei dialoghi e i rimandi a significati metaforici e allusivi.” (Gambino)
“L’INCOMPIUTA fa male” scrive Etta La Pignola, “proprio come l’assenza di un qualsiasi finale […] Le situazioni descritte sono quasi tangibili […] Si affrettano a farti sentire piccolo e ingombrante, testardo gladiatore in un’arena che ti incita ad andare avanti, nonostante si sappia che la fine è inesistente. […] Anzi, la conclusione del romanzo si presenta in forma di domanda, proprio a rafforzare il concetto dell’assenza di una fine. E questa parola la si applica in qualsiasi contesto vi possa venire in mente, rendendo ancora più frustrante la ricerca di una soluzione.”

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (0)     Video (0)     Audio (0)

Domenica 5 Ottobre - SONS OF MAGDALENE + AKAMOI

Clicca per leggere l'articolo

Joshua Eustis è il nome che si cela dietro allo pseudonimo Sons Of Magdalene. Il producer americano è conosciuto soprattutto grazie al progetto Telefon Tel Aviv, storico duo di musica elettronica formato nel 1999 da Charles W. Cooper e dallo stessso Joshua Eustis al quale si aggiungevano le performance live al fianco dei Nine Inch Nails.
Nel 2001 pubblicano il primo album Fahrenheit Fair Enough , nel 2002 seguirà un EP Immediate Action#8 a cui si aggiungerà la cantante Lindsay Anderson .
Il 2004 vede la luce il secondo album Map of What Is Effortless ed anche l'anno del secondo EP My Week Beats Your Year ed il duo è oramai consacrato sulla scena mondiale della musica elettronica.
IL 26 gennaio 2009 i Telefon Tel Aviv presentano alla stampa mondiale “Immolate Yourself”, il terzo album registrato in studio, ma il 27 gennaio 2009 Joshua Eustis annuncia, a mezzo MySpace, la morte del compagno Charles W. Cooper, avvenuta pochi giorni prima(il 22 gennaio 2009). Fredo Nogueira, amico di lunga data dei Telefon Tel Aviv e co-autore di alcuni pezzi, si unirà nella primavera del 2009 a Joshua per il tour di Immolate Yourself.
il 24 giugno 2014 prodotto da Audraglint, Move To Pain è l’album di debutto di Sons Of Magdalene,Il progetto nasce nel 2007, poco dopo che al padre del musicista è stato diagnosticato un cancro, ma viene accantonato fino al 2013 anche per la tragica scomparsa di Charles W. Cooper.
Nelle intenzioni iniziali, alcuni dei brani in scaletta per Sons Of Magdalene erano previsti per un nuovo album dei Telefon Tel Aviv. Il musicista ha trovato il coraggio di riprenderli soltanto qualche anno più tardi, in concomitanza con la conclusione del tour dei Nine Inch Nails del 2013 (dove ha svolto un ruolo di touring member).
“Sono tornato sul materiale e ho fatto alcuni cambiamenti, aggiungendo due tracce e ottimizzando il missaggio“, ha dichiarato il producer di New Orleans. “Ho vissuto con questa musica per anni, contro il consiglio di amici e familiari. Guardandomi alle spalle ora, penso che sia questo il motivo della mia riluttanza a pubblicarla”.
Joshua Eustis dopo anni passati a riannodare i fili, in questo nuovo progetto fa rivivere la bellezza originaria delle malinconie cinematiche e delle aeree architetture digitali dei Telefon Tel Aviv e della loro magia, tragicamente interrotta.

Inizierà la serata Akamoi

http://akamoi.bandcamp.com/

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (29)     Video (0)     Audio (0)

SONICSUBSIDENCE - MicroFest 27/28 settembre 2014 ore 19:00

Clicca per leggere l'articolo

Sabato 27 settembre ore 19:00
MOISE
FREED
MATTER visual Pier Paolo Patti
ELEM
Domenica 28 settembre ore 19:00
MECKMIK
KHHO
AV-K visual Tuhota
FABIO ORSI visual Kesson Dalef
RETINA.IT
Installation Loredana Antonelli /// Michele Solinas IND – I need darkness
Concept:
La cultura elettronica contemporanea trova spazio nella cornice del Pompeilab , area ex-industriale riconvertita da sempre alla proficua arte della creatività.
Il Pompeilab come “Taz” (zone temporaneamente autonome), un luogo che prende forma dal non luogo, basato su un sistema non gerarchico e concentrato solo nella diffusione di idee altre che eludono le costrizioni dei meccanismi di massa.
Sonic Subsidience è il contenitore ideale dove si uniscono gli interessi per la contemporaneità. Una prima edizione nel 2012/13 diluita nell'arco di un anno negli spazi del circolo ARCI Ferro3 già chiariva gli obiettivi della nostra investigazione culturale.
Oggi ci riproponiamo, con uno sforzo collettivo condiviso attraverso la rete, presentandovi un microfestival in due giorni ricco di concerti, performance e installazioni.

ARTISTS:
https://www.facebook.com/events/280706962137728/

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (49)     Video (0)     Audio (0)

Sabato 20 Settembre ore 22:30: Cattivo Costume & Valeria Cimò in Terra

Clicca per leggere l'articolo

Terra è la fusione di due spettacoli Terra Dimenticata dei Cattivo Costume e Terramadonna di Valeria Cimò.
I Cattivo Costume sono banda performativa itinerante, nata nel 1993 da un idea Marco Milone, un progetto che fonde musica, poesia, teatro, visual. Un viaggio nel suono dal noise all'acustico tribale.
Il progetto Terra Dimenticata nasce dall’incontro delle esperienze artistiche di Marco Milone e Roberta Izzo, Cattivo Costume con Luca Maglione, autore, attore, cantante, percussionista, esperto della tradizione napoletana. Un omaggio alla Madre Terra, alle nostre radici, attraverso l’utilizzo della lingua Napoletana.
“Per mare, una barca porta quattro viaggiatori alla ricerca della Terra Dimenticata, la terra della gioia e della fratellanza… Ma ad ogni approdo, davanti ai loro occhi, trovano questo mondo qua’…abitato da un umanità che non sa far altro che farsi la guerra.”
Uno spettacolo in acustico per parola, canti, chitarra e tamburi a cornice. Una fusione delle arti, cantautorato, reading poetici, teatro e ritmi tribali e della tradizione partenopea.
Una rappresentazione scenica dove gli attori sono autori e esecutori della performance. Una collaborazione concettuale con Antonio Lanera, liriche tratte dal suo “Viaggio del Brigante”, la poesia ‘Quousque tandem abutere’ di Valentina Gaglione, la poesia ‘oracolo’ di Margherita Sagnibene. Le liriche sono recitate e perfomate da Adelaide Oliano.

Valeria Cimò, allieva di Luigi Bernardi, di Beatrice Monroy, di Carlo Lucarelli, Roberto Alajmo, di Massimo Laguardia, Daniela Ferro, Miriam Palma, Salvo compagno, Marzouk Mejiri e Paolo Cimmino, Glen Velez, Lyane Redmond, Carolina Rodriguez Rodriguez, Ellen Babdock ed Ewry Kwong. Fonda il trio Ma’arìa con Matilde Politi e Lajos Zsivkov con cui pubblica la monografia “Sugnari” per la folkclubethnosuoni; pubblica come autoproduzione la monografia “Menti” assieme ad uno scritto di filosofia sulla Dualità rintracciabile ne web, fonda il Duo Kyma con Gianluca Dessì.

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (41)     Video (0)     Audio (0)

Venerdì 5 Settembre ore 22:00 – THE SHAK & SPEARES Live di presentazione del nuovo disco "DRAMEDY"

Clicca per leggere l'articolo

E' GIUNTO IL MOMENTO.... In anteprima per gli amici campani la presentazione del nuovo disco dei The Shak & Speares... DRAMEDY!!!!

I fratelli Marlowe smuovono culi, anime e cactus!
Sono continuamente a spasso con la loro carovana senza destinazione... carovana di un circo DRAMEDY, fusione tra dramma e commedia, che descrive forme artistiche tragicomiche.
È con il titolo "DRAMEDY" che la band punk-agreste di Pompei, pubblica il suo secondo album...
Siete curiosi eh?
Del resto, chi può resistere al loro là-là-là sound !?!?!?


The Shak&Speares

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (0)     Video (0)     Audio (0)

SABATO 23 AGOSTO I SICK TAMBURO IN CONCERTO

Clicca per leggere l'articolo

Dieci canzoni che girano attorno a manie, stranezze e fissazioni che accadono
quotidianamente a tutti noi. Cose che ci hanno insegnato a tenere nascoste, cose che
però sono parte di noi e di cui quindi non si deve provare vergogna.
Dieci canzoni che vedono intrecciarsi chitarre malate e sintetizzatori da una parte e ritmi
incalzanti e melodie blues dall'altra.
Dieci canzoni che sono un vero e proprio mix tra rock alternativo ed una sorta di
moderno blues malato.
Il primo singolo, IL FIORE PER TE, uscirà il 28 aprile e vede la collaborazione di Davide
Toffolo (TARM) che intreccia la sua voce con quella di Gian Maria Accusani. Il relativo
videoclip è opera del regista Stefano Poletti che già in passato ha collaborato con la
band pordenonese (IL MIO CANE CON TRE ZAMPE, PARLAMI PER SEMPRE e E SO
CHE SAI CHE UN GIORNO).
Come i precedenti due, l'omonimo SICK TAMBURO (2009) e A.I.U.T.O. (2011), SENZA
VERGOGNA uscirà per La Tempesta Dischi e verrà distribuito da Master Music.
Il disco è stato prodotto da Gian Maria Accusani per Discgust Music Production.
I Sick Tamburo sono: MR MAN, alias Gian Maria Accusani (voce e chitarra), BOOM GIRL,
alias Elisabetta Imelio (basso e voce), DOC EYE (batteria), FROG MAN (chitarra) e MISS
UNDERSTANDING (basso).

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (30)     Video (0)     Audio (0)

Sabato 26 Luglio ore 22:30 – Moozik in concerto

Clicca per leggere l'articolo

I MOOZIK sono una formazione Neapolitan folk rock nata come progetto b-side dei MAJESTY band formatasi nel 2004 ed attiva da quasi un decennio sulla scena rock campana.

Da un'idea assolutamente originale del cantante Roberto Scote e da un semplice esercizio di stile ossia l'applicazione della tradizionale tecnica della tammorra terzinata alla musica rock progressiva,
nasce un nuovo repertorio folk-rock fatto di contaminazioni tra la musica rock progressiva appunto e le canzoni del repertorio popolare napoletano dall'ottocento sino ad oggi. E così canzoni come il Canto dei Sanfedisti, O Guarracino, Vesuvio, Allì Uno, Tammurriata Nera, Brigati se more,
riprendono vita con nuovi arrangiamento ed un sound più ruvido ed accattivante frutto di un attenta ricerca stilistica e musicale. I MOOZIK sono Roberto Scote - voce e tammorre; Jacopo Veropalumbo - batteria; Luca Giannini - chitarra; Salvatore de Martino chitarra; Luigi Gattuso - basso.
Ingresso a sottoscrizione

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (22)     Video (0)     Audio (0)

Giovedì 24 Luglio ore 21:30 - Proiezione documentario "Ogni singolo giorno", scritto da Ornella Esposito e Thomas Wild Turolo, diretto da Thomas Wild Turolo, prodotto da Rogiosi Editore.

Clicca per leggere l'articolo

"Ogni singolo giorno" nasce dal casuale incontro tra la giornalista napoletana Ornella Esposito, attivista per i diritti civili, e il regista friulano Thomas Wild Turolo. «Il documentario – spiega il filmaker Thomas Wild Turolo - è una fotografia umana di questo difficile momento storico e sociale, un'istantanea che ritrae il problema della “terra dei fuochi” di cui si deve parlare, ma attraverso l'umanità e la profonda sensibilità di alcuni personaggi eterogenei e trasversali. Persone che hanno subito la situazione, ma la affrontano anche con grande forza. Un inno alla vita che resiste e si afferma».
«Come cittadina campana – racconta Ornella Esposito co-autrice del documentario - ho sentito forte l’esigenza di dire che la mia terra non è l’unica regione italiana devastata dai rifiuti tossici, né l’unica responsabile di tali devastazioni, anzi, la Campania può essere un esempio per le altre regioni».
Seguirà un approfondimento medico a cura di:
Dott. Roberto Uliano: "Non solo tumori al seno, leucemie, ma anche patologie autoimmuni, tiroiditi, artrite reumatoide, malattie respiratorie, allergie e infertilità. L'inquinamento del terreno a causa dei rifiuti tossici in Campania, ha portato un aumento sensibile di gravi malattie. Il punto cruciale è che gli inquinanti passano anche attraverso la cosa più importante della nostra vita: il cibo.”
In questo seminario scopriremo le cause che portano alla degenerazione della salute e come difenderci dalla terra dei fuochi e dalle malattie ad essa correlate. Quali strategie adottare nella vita di tutti i giorni.
Dott. Sergio Amitrano: " Percorso del malato oncologico: come aiutare il paziente a seguire l'iter più adatto districandosi tra i meandri di una sanità campana che presenta molte lacune.”

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (0)     Video (0)     Audio (0)

Domenica 20 Luglio ore 21:30 “Black – spettacolo (di improvvisazione) teatrale un omicidio …nessun innocente” con Susanna Cantelmo, Mariadele Attanasio , Daniele Marcori,Massimo Ceccovecchi, Giorgio Rosa

Clicca per leggere l'articolo

BLACK è un giallo improvvisato dove è il pubblico a stabilire la vittima e il movente dell'uccisione, nonché i protagonisti della storia. Lo spettacolo si struttura ogni sera in modo diverso ispirandosi al telaio narrativo classico del giallo alla Agatha Christie.
Con la loro abilità gli attori di QFC Teatro ci trascineranno in una storia misteriosa, dove il doppio piano tra comicità e ricerca del colpevole finisce con il far rimanere gli spettatori inchiodati alla sedia.
Ironico, travolgente, drammatico, ricco di colpi di scena!

“Questo piccolo appunto è per te spettatore;
Te che stai assistendo ad uno spettacolo unico nel suo genere; non un giallo qualunque, ma un giallo completamente improvvisato.
Questo spettacolo ha un nome: Black, 5 attori, tutti possibili indiziati, tutti possibili assassini, tutti con un possibile movente.
Chi sono?
Fornendo le informazioni iniziali ai 5 improvvisatori, sarai tu spettatore a decidere il vero assassino, come ha ucciso, la sua arma e un plausibile movente
Preparati spettatore ad assistere allo spettacolo che unisce la suspense del giallo alla magia dell’ improvvisazione
Preparati ad assistere a Black
Chi sono io? L’Assassino! ….ma nessun senso di colpa spettatore, in fondo mi hai scelto tu!”

Ingresso gratuito per gli under 14
e ingresso ridotto (4 €) per gli under 18


Contatti:
Per informazioni: +39 3288775898, +39 3394881963, +39 3398666768
info@pompeilab.com
www.pompeilab.com

leggi tutto

Commenti (0)     Foto (26)     Video (0)     Audio (0)


Pag [ 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 ]



Torna indietro

 
©2008 Pompeilab.com Tutti i diritti riservati - Webmaster